I portali di trasparenza stanno iniziando ad adattarsi alle raccomandazioni del rapporto APDCAT

Il 15 maggio ha presentato l'APDCAT la relazione di Audit 1/2018, sui portali della trasparenza, un report completo per verificare il rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali, nella pubblicità attiva sui portali di trasparenza.

Il rapporto comprende una serie di linee guida generali applicabile a qualsiasi informazione che debba essere pubblicata sui portali di trasparenza. A tal proposito, si ricorda che dal voi gente del posto dovete stare attenti per questo ponderazione tra obblighi di trasparenza e protezione dei dati essere una realtà. Ecco un breve riassunto:

Linea guida 1: Non pubblicare dati personali se non hai una base giuridica

Linea guida 2:  Non divulgare più dati personali di quanto necessario ai fini della trasparenza (esempi: numero DNI completo insieme a nome e cognome, firme autografe o DNI in firme elettroniche).

Linea guida 3: assicurati che i tuoi dati siano corretti e aggiornati.

Orientamento 4: evitare di diffondere i dati oltre la scadenza applicabile.

Orientamento 5: Informare le persone interessate che i loro dati saranno pubblicati.

Linea guida 6: adottare misure per limitare l'uso improprio dei motori di ricerca su Internet.

Va notato che il rapporto va ben oltre le linee guida generali e comprende anche una serie di linee guida specifiche per diversi set di dati. Per maggiori informazioni è possibile consultare il dettaglio della relazione.

des di Rete di governi trasparenti Stiamo analizzando in dettaglio le diverse aree in cui APDCAT formula raccomandazioni e abbiamo già iniziato a incorporare modifiche ai portali di trasparenza, in particolare negli articoli automatici che ti mettiamo a disposizione. Nello specifico:

 

Il personale chiama

Abbiamo sostituito l'attuale pubblicazione dei bandi per il personale di incorporare solo i bandi esistenti dall'anno di entrata in vigore della legge catalana 19/2014, del 29 dicembre, sulla trasparenza, l'accesso all'informazione pubblica e il buon governo (LTC).

In tal senso, tutti i bandi pubblici disponibili sui portali sono dal 1 gennaio 2015. Se successivamente le normative dell'LTC limiteranno il periodo di pubblicazione (attualmente in corso) lo adatteremo.

 

Risultati delle chiamate del personale

Abbiamo sostituito l'attuale pubblicazione degli esiti dei bandi per il personale recependo solo i bandi già deliberati. È stata aggiunta anche una condizione alla data di pubblicazione, nello specifico i risultati dei bandi sono pubblicati a partire dal 1 gennaio 2015.

 

Statuti

Abbiamo sostituito l'attuale pubblicazione degli statuti incorporando solo gli statuti attuali.

 

Ordinanze e regolamenti normativi

Abbiamo sostituito l'attuale pubblicazione delle ordinanze e dei regolamenti normativi recependo solo quelli vigenti.

 

Ordinanze fiscali

Abbiamo sostituito l'attuale pubblicazione delle ordinanze tributarie recependo solo le attuali.

 

Chiede sovvenzioni e aiuti

Abbiamo sostituito l'attuale pubblicazione dei risultati dei bandi e aiuti degli enti locali, incorporando solo le informazioni degli ultimi 5 anni, che sostituiremo automaticamente.

 

Altri miglioramenti che stiamo apportando

Allo stesso tempo, stiamo lavorando per garantire che la prossima versione del portale non indicizzi automaticamente e di default sui motori di ricerca (come google, bing...), le informazioni associate ai dati personali, attraverso l'implementazione di meccanismi che impediscono la ricerca motori di indicizzazione di contenuti Internet esterni.

Infine ricorda che la chiave è il ponderazione e anonimizzazione alla fonte, sia al momento della verbalizzazione della plenaria o del consiglio di amministrazione, della pubblicazione di un invito a sovvenzioni e sovvenzioni, o di un elenco di fornitori, appaltatori e appaltatori, ecc.

Dalla Rete dei Governi Trasparenti continuiamo a lavorare per migliorare i portali nei loro contenuti, visualizzazione e ponderazione dei dati personali ovunque possibile, con la missione di aumentare la trasparenza e renderla più vicina ai cittadini, ma ricorda che, nonostante l'automazione delle fonti proponiamo, dagli enti locali avete un importantissimo compito di revisione, mantenimento e pubblicazione delle informazioni pubbliche sui portali.